Il sentiero sospeso: lungo il tracciolino da Novate Mezzola a Verceia - Domenica 8 Novembre

Sopra il lago di Mezzola ci son due valli. Una è la celebre Codera, paradiso degli scout (e non solo), mentre l’altra si chiama dei Ratti ed è meno conosciuta. Scolpite nel duro granito, si muovono quasi parallele verso nord-est, come se volessero sostenere in un abbraccio la val Masino.

Le rispettive comunità condividono storie di pietra e di acqua e i loro paesi originari, sono uniti fisicamente anche da un sentiero. Questa traccia, anzi tracciolino, segue talvolta il profilo delle montagne, e talvolta si insinua all’interno di esse attraverso lunghe gallerie. Sospeso a 900 metri di quota, offre punti di vista che cambiano di curva in curva, di galleria in galleria: dalle pareti scoscese e selvagge di Ladrogno e Revelaso, agli ameni insediamenti di Cola e San Giorgio, fino alla vasta visuale che include in un unico colpo d’occhio i laghi e le montagne Lariane.

Un lungo cammino ci fa conoscere un territorio di passaggio, una privilegiata porta di accesso alle Alpi.

INFORMAZIONI

• TIPOLOGIA PERCORSO: traversata

• RITROVO: ore 8.40 (puntuali!) a Verceia (SO) 

 da Verceia si raggiunge Novate Mezzola in treno (partenza ore 8.56 - 1,70 euro)

• FINE ESCURSIONE: ore 17.00 circa

• LUNGHEZZA PERCORSO: 18 km

• DISLIVELLO: 850 m 

• QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 15 euro


La quota NON COMPRENDE il viaggio da e per il punto di partenza, il pranzo al sacco e tutto quanto non espressamente indicato.
L’itinerario potrà variare in relazione alle condizioni meteorologiche e ambientali, oltre che per qualsiasi ragione legata alla sicurezza dei partecipanti.
L'escursione verrà annullata, con avviso tempestivo alle persone che avessero prenotato, nel caso di maltempo o qualora non si raggiunga il minimo di 6 partecipanti (Max 20).

DESCRIZIONE TECNICA

Itinerario lungo adatto a persone in buona forma fisica e con un minimo di familiarità con l’ambiente montano. Prevede una salita iniziale su mulattiera con dislivello di 600 metri fino a Codera. Ci sono tratti con buona pendenza ma si è sempre facilitati dai gradini. Da Codera con breve discesa e risalita ci si porta sul tracciolino e - fatta esclusione per la digressione a San Giorgio, che aggiunge altri 150 metri di dislivello - si cammina sempre in piano. Discesa su mulattiera, comoda e ampia.

Sentiero privo di difficoltà tecniche, sconsigliato però a chi soffre fortemente di vertigini.

2km di itinerario su asfalto (su strade di paese) dalle stazioni all’attacco dei sentieri.

EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO:

•    scarponcini con suola antiscivolo

•    giacca impermeabile e antivento

•    vestiario a cipolla: pantaloni comodi da trekking, pile o maglione di lana.

•    cappellino, occhiali da sole, crema solare
•    scorta d’acqua 1,5 lt
•    viveri per pranzo al sacco

•    mascherina e gel igienizzante


EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO:
•    maglietta di ricambio
•    bastoncini da trekking

•    torcia frontale per i tratti in galleria

 

È necessario prenotare l'escursione entro le ore 16.00 del giorno precedente.
Per prenotazioni o maggiori informazioni scrivete una mail ad askthestone@gmail.com


 

© 2020 Ask the stone.

  • b-facebook